Poteri

L’AMMINISTRATORE UNICO O GLI AMMINISTRATORI HANNO LA RAPPRESENTANZA GENERALE DELLA SOCIETA’. QUANDO GLI AMMINISTRATORI COSTITUISCONO IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, LA RAPPRESENTANZA GENERALE DELLA SOCIETA’ SPETTA AL PRESIDENTE ED AGLI AMMINISTRATORI DELEGATI, SE NOMINATI.
IN CASO DI AMMINISTRAZIONE AFFIDATA A PIU PERSONE CHE NON COSTITUISCONO ILCONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, A CIASCUNO DEGLI AMMINISTRATORI COSI‘ NOMINATI I ’ SPETTA LA RAPPRESENTANZA GENERALE DELLA SOCIETA’ L’ESERCIZIO  DI TALE POTERE IN VIA ‘DISGIUNTIVA O CONGIUNTIVA E‘ DETERMINATO IN CAPO AI SINGOLI  AMMINISTRATORI DALLA DELIBERAZIONE DI NOMINA. 
IN CASO DI OMESSA DETERMINAZIONE, L'ESERCIZIO DEL POTERE DI RAPPRESENTANZA SI INTENDE DISGIUNTIVO. 
GLI AMINISTRATORI POSSONO NOMINARE INSTITORI O PROCURATORI PER SINGOLI, DETERMINATI ATTI O CATEGORIE DI ATTI. IN OGNI CASO, QUANDO LA RAPPRESENTANZA DELLA SOCIETA‘ E‘ CONFERITA AD UN SOGGETTO CHE NON SIA AMINISTRATORE, 1'ATTRIBUZIONE DEL POTERE DI RAPPRESENTANZA  E‘ REGOLATA DALLE NORME IN TEMA DI PROCURA. 
ALL'AMMINISTRATORE UNICO O AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE COMPETONO TUTTI I POTERI PER LA GESTIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA DELLA SOCIETA'. I IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, NEI LIMITI PREVISTI DALL‘ART. 2381 DEL CODICE  CIVILE, PUO‘ DELEGARE LE PROPRIE ATTRIBUZIONI IN MATERIA GESTIONALE IN TUTTO O IN PARTE AD UNO O PIU‘ SINGOLI AMMINISTRATORI, EVENTUALMENTE ATTRIBUENDO LORO IL TITOLO DI "AMMINISTRATORE DELEGATO" AI FINI DELLA RAPPRESENTANZA GENERALE DELLA SOCIETA’.QUANDO L'AMMINISTRAZIONE E‘ AFFIDATA A PIU' PERSONE CHE NON COSTITUISCONO CONSIGLIO, I POTERI DI GESTIONE ORDINARIA E STRAORDINARIA SPETTANO A CIASCUN  AMMINISTRATORE SE L'AMMINISTRAZIONE E‘ AFFIDATA IN VIA DISGIUNTA. INVECE SE L‘AMMINISTRAZIONE E‘ AFFIDATA IN VIA CONGIUNTA, I POTERI DI GESTIONE ORDINARIA SPETTANO A CIASCUN AMMINISTRATORE IN VIA DISGIUNTA, MENTRE LA GESTIONE STRAORDINARIA SPETTA ESCLUSIVAMENTE IN VIA CONGIUNTA A TUTTI GLI  AMMINISTRATORI. 
QUANDO L'AMMINISTRAZIONE E‘ AFFIDATA DISGIUNTAMENTE A PIU' PERSONE CIASCUN AMMINISTRATORE HA DIRITTO DI OPPORSI ALL'ESECUZIONE DA PARTE DI ALTRI AMMINISTRATORI DI ATTI DI GESTIONE, PRIMA CHE SIANO COMPIUTI.IN TAL CASO LA DECISIONE E’ RIMESSA ALLA MAGGIORANZA DEI SOCI.LE LIMITAZIONI AI POTERI DI RAPPRESENTANZA NON SONO OPPONIBILI AI TERZI, ANCHE SE PUBBLICATE, SALVO CHE SI PROVI CHE QUESTI ABBIANO INTENZIONALMENTE AGITO A DANNO DELLA SOCIETA’.